STORY TITLE: il condominio....l inizio di una bella e duratura amicizia... 
Menu

il condominio....l inizio di una bella e duratura amicizia...


CLICK HERE TO SEE PHOTOS AND VIDEOS OF SPECIFIC COUNTRIES
language
WORLDWIDE COUNTRY
Avatar Author

il condominio....l inizio di una bella e duratura amicizia...

by cpviva5968
Viewed: 727 times Comments 6 Date: 27-02-2021 Language: Language

(13) Il condomino. Inizio di una bella amicizia
Fui io a rompere il ghiaccio. In pochi minuti misi al corrente R****** della nostra vita parallela e maliziosamente aggiunsi che mi faceva piacere che anche lui vivesse alcune situazioni piacevoli. La moglie era una rompipalle senza limiti e in ogni riunione di condominio lo faceva sempre più notare. Mi rispose con affabilità e chiaramente chiese di Paola, aggiungendo che il culo “Scusami posso osare?” di mia moglie lo faceva impazzire. Dissi che mia moglie era al piano di sopra, ma che era meglio che l’avvisassi io del arrivo di una amico “speciale”, intanto lui si liberasse dei vestiti che a breve sarebbe stato molto impegnato. Mi avvicinai a Paola mentre si stava facendo inculare da un romagnolo focoso che oltre al cazzo le dava della troia ad ogni colpo. Le dissi che le dovevo parlare con urgenza e chiesi al bull di fermarsi un istante. Contro voglia usci dal buco del culo di mia moglie che si alzo a fatica, era circa da venti minuti che stava a pecora. Gli spiegai tutto, dicendogli che a R****** avevo detto ogni cosa e che se lei voleva, potevamo chiuderla li, ci saremmo vestiti e saremmo andati via. Paola mi rispose che ormai la cosa era fatta e come noi eravamo li per scopare e anche lui mica era li in visita di riverenza. Eccitatissimo tornai giù mentre mia moglie si fece subito rimettere il cazzo nel culo e si impegno a ciucciarne un altro. R****** stava salendo le scale, era completamente nudo e gli occhi mi andarono sul cazzo, bello grosso e notevolmente in tiro. Gli chiesi se voleva scopare con le altre ma mi rispose diretto “ no voglio Paola tua moglie”. Intorno a noi si sentivano le grida di piacere e gli epiteti più porci. Gli odori erano di una eccitazione unica. Lo accompagnai verso la stanza dove era mia moglie, ora circondata da quattro maschi, una bella doppia con sonore sculacciate sulle chiappe e due cazzi in bocca che entravano e uscivano. Credo che a R****** stesse per venire un infarto, il cazzo si vedeva che era al massimo dell’erezione, avevo paura che venisse li per li. Si avvicino alla bocca di Paola, lei lo vide gli sorrise e senza perdere un attimo inizio a spompinarlo per bene. Io ero eccitatissimo e inizia a segarmi come un forsennato. Poco dopo, visto che la via era libera R****** entro dentro il culo della mia troia. Paola emise solo un “siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii” che era tutto un programma. Le aveva arpionato le chiappe e le dava dei colpi con il cazzo tremendi. Si sollevò sopra mia moglie per spingerlo meglio dentro. Paola stava godendo e quando R****** le infilo una mano nella fregna esclamo “ cazzo sei completamente zuppa”. Prosegui per bene la monta anale, poi le scarico tutto il contenuto di crema calda nell’ intestino. Riempi in maniera enorme il serbatoio del preservativo. Si alzo per andare a pulirsi e disse a Paola “non scappare che da adesso in poi sei mia”. La vacca gli sorrise e sorrise anche a me. Torno poco dopo e visto che mia moglie nel frattempo alloggiava nel buco del culo un altro bel cazzo, gli scivolo sotto e la infilzo nella fica, iniziando cosi una doppia da urlo. Fu una serata memorabile, mia moglie alla fine ne prese almeno una decina di cazzi, ma R****** fu sempre presente alle varie monte. Alla fine le riempi la bocca di sborra, prendendola poi a pisellate sul viso, a mo di carezza. Ridemmo tutti e tre. Proponemmo a R****** di tornare a casa con noi, cosi avremo fatto la strada insieme e senza che scomodasse di nuovo i suoi amici a passare per Rieti. Disse immediatamente di si. Parlammo per tutto il tempo. Arrivammo a casa verso le sei di mattina, lasciammo R****** un poco distante dalla palazzina e prima di andare diede un bacio in bocca a mia moglie, ormai era diventato il suo “fidanzato” ufficiale. Il mattino successivo fu veramente irripetibile e fantastico, scendevamo io e mia moglie per le scale mentre lui usciva sul pianerottolo. Buongiorno Nicola e buongiorno Paola, rispondemmo al saluto e scendemmo insieme le scale. Prima di arrivare al portone, R****** mi fece l’occhiolino e strinse mia moglie a se, mentre la baciava le sue mani ghermivano il culo della vacca.”sei mia tesoro sei mia, un sogno che è diventato realtà”. Paola ricambio il bacio con un ardore smisurato. Uscimmo tutti e tre, noi andammo verso la macchina e solo li dentro, i nostri cuori smisero di andare a mille e ci baciammo eccitati come mai. Ancora oggi dopo diversi anni , R****** si monta mia moglie, è uno dei quattro amici che si può scopare Paola a pelle. Stiamo molto attenti quando la monta avviene nel palazzo, nel nostro appartamento o in cantina … se lo sapesse la moglie … Da un po’ di tempo, monta anche me.

ADDED 6 COMMENTS: